La cultura del mare riparte dai giovani

30 aprile 2015 | Commenta Comunicati

Adria Ferries – AFH spa e Volterra-Elia insieme per formare personale marittimo qualificato sul territorio

Le Marche hanno tutte le carte in regola per diventare un polo di eccellenza finalizzato allo sviluppo delle varie professionalità in ambito marittimo. Da questa comune convinzione ha preso forma la collaborazione tra due realtà storiche del porto di Ancona, l’Adria Ferries – AFH spa e l’Istituto d’Istruzione Superiore Volterra- Elia, che hanno deciso di unire le proprie forze per riavvicinare il nostro territorio al mare. Come? Partendo dai giovani, offrendo loro una formazione sempre più qualificata e preparandoli così all’ingresso nel mondo del lavoro nel settore della navigazione.

Il progetto è stato presentato mercoledì 29 aprile presso la sala “Enzo Marconi” dell’Autorità portuale. Durante l’incontro, sono stati forniti maggiori dettagli sull’iniziativa, che si caratterizza come un innovativo modello di alternanza scuola-lavoro con un importante impatto a livello occupazionale. Assunzione entro il 2015 di tre Allievi Ufficiali di Coperta diplomati Volterra Elia di Ancona,  stage di 15 giorni a bordo dei traghetti per circa venti studenti diplomandi, acquisto da parte di Adria Ferries – AFH spa di ulteriori software per simulatore di navigazione, visite guidate all’interno proprie navi nel porto di Ancona. Questi gli obiettivi a breve termine della partnership, che si propone di creare una collaborazione continua in ambito formativo.

La sinergia tra l’Adria Ferries – AFH spa, unica società di navigazione con sede ad Ancona, e il Volterra-Elia risponderà alla necessità di competenze a bordo sempre più complete e moderne, con un importante impatto a livello occupazione sul territorio. Potrà sembrare paradossale, ma ad oggi una parte irrisoria dell’equipaggio AFH, composto da personale di coperta, di macchina e di hotel, proviene dalle Marche. Basti pensare ai dati occupazionali dell’anno scorso. Su 430 dipendenti, nel 2014 vi erano 189 italiani (il 44%). Di questi, solo 2 erano marchigiani, appena lo 0,50%. Nel medio-lungo termine, quindi, si mira al progressivo aumento di personale marchigiano a bordo delle navi.

Hanno partecipato alla conferenza l’Amministratore di Adria Ferries – AFH spa Alberto Rossi, l’Amministratore Andrea Lucidi, la vice preside dell’IIS Volterra-Elia Laura Bianchini, il presidente dell’Autorità Portuale Rodolfo Giampieri, l’assessore al Porto del Comune di Ancona Ida Simonella, il responsabile del Manning navi Mauro Borroni. Moderatore del dibattito, il presidente di Adria Ferries – AFH spa Alessandro Pavlidi.

Tags: , ,