Il Mazzamurello

23 gennaio 2015 | Commenta Segnalibro Un pò di Why

Esplorare le tradizioni significa spesso fare la conoscenza di ‘personaggi’ se così possiamo chiamarli che hanno popolato storie e fantasie dei nostri avi e che oggi purtroppo abbiamo perso, lasciato nel dimenticatoio: più facile accendere la tv e guardare i cartoni animati, che non raccogliersi attorno ad un fuoco o attorno al tavolo o sedersi anche sul divano e raccontare storie.
Ma recuperare la memoria dell’iconografia e della tradizione orale è quanto mai importante.
E allora oggi, vorremo presentarvi lui, il Mazzamurello: una creatura fantastica della tradizione folklorico-fiabesca sia nostra che abruzzese. La sua esistenza si deve soprattutto alle tradizioni rurali delle province di Macerata, Fermo, Ascoli Piceno e Teramo, se vogliamo spingerci fino in Abruzzo. Le maggiori leggende relative a questi folletti possono essere ricondotte alla mitopoietica della tradizione folklorica dei Monti Sibillini: la loro ‘casa’.
Il Mazzamurello infatti è un folletto di montagna e questa stessa figura si ritrova anche in altre zone d’Italia: i Mazzamureddi della Sicilia, i Mazzamarelle di Lanciano, i Mazzamurigli diAlatri, i Mazzariol di Pieve di Cadore, i Mazapegol dell’Emilia, i Mazzarot dei boschi delle Tre Venezie. Il Mazzamurello ha anche ‘parenti’ in Europa soprattutto nel nord: il Leprechaun irlandese, il Brownie inglese, il Coboldo tedesco, il Tomte scandinavo o gli Jólasveinar islandesi.
Ma…che cos’ha di particolare questo folletto? Fa rumore all’interno delle case per manifestare la sua presenza agli abitanti! Non gli piace insomma passare inosservato! L’etimologia del nome di questo folletto viene fatta derivare popolarmente proprio dai termini “mazza” (colpo) e “murello” (mura), per indicare la sua abitudine di battere contro le mura di una casa per manifestarsi.
Ma se pensate che sia fastidioso…aspettate a dare un giudizio affrettato! Secondo la tradizione fiabesca popolare infatti, la presenza di un Mazzamurello in casa indica la prossimità di un tesoro!
Ma anche un pericolo imminente per uno degli abitanti o (più spesso) un messaggio di un caro defunto che cerca di comunicare con i vivi. Come altre creature mitologiche dei Monti Sibillini, come le Fate caprine e la stessa Sibilla Appenninica, i Mazzamurelli sono infatti tradizionalmente considerati quali messaggeri tra il mondo ordinario e il mondo incantato, ovvero tra il mondo terreno e il mondo dell’aldilà.

 

 

Tags: , , , , , , , ,