La meraviglia

21 agosto 2014 | Commenta Discovery Marche

E’ questa la prima sensazione che si prova di fronte al borgo di San Ginesio. In realtà si inizia a capire di trovarsi in una dimensione quasi onirica mentre ci si incammina, tra strade silenziose, immerse nella natura, con il verde delle colline ed i contorni dei Sibillini ad ovattare il percorso che conduce al borgo.
Respirerete un’aria intrisa di storia, di arte, di cultura, pulita e frizzante che vi farà venir voglia di rimanere, di svoltare in ogni vicolo, di affacciarvi da questo balcone dei Sibillini per godere di una vista che toglie davvero il fiato.

E’ vero che le Marche sono ricche di posti meravigliosi, ma San Ginesio ha davvero un fascino particolare, che merita di essere scoperto. E non solo e non tanto perché fa parte dei Borghi più Belli d’Italia e sventola ovviamente con orgoglio la bandiera arancione simbolo di questo riconoscimento, ma perché dà il peso della qualità della vita che la nostra regione è in grado di regalare.

Che cosa c’è da vedere a San Ginesio? Rispondendo tutto potremmo essere tacciati di presunzione, ma in realtà questa è la verità!
La magia di questo borgo la si percepisce a partire da una qualsiasi della abitazioni arroccate, di pietra arenaria, che sembrano quasi dorate al sole. E poi nei palazzi antichi, nelle torri, nelle mura castellane ancora perfettamente conservate, risalenti al XIV secolo.
Anticamente per entrare in San Ginesio c’erano 8 porte e ad oggi ancora quattro resistono fieramente agli attacchi del tempo: Porta Picena, Porta Offuna, Porta Ascarana e Porta Alvaneto.

Una curiosità: al centro della piazza principale, piazza Gentili, si staglia la statua di una levatura storica davvero rimarcabile! Il tributo è a Alberico Gentili, fondatore del diritto internazionale.

Vi abbiamo detto poco, ma lo abbiamo fatto apposta…San Ginesio va scoperta, passo dopo passo!

————————————————————————————————————————————————————

Amazing!

This is the first feeling you get when you stand in from the San Ginesio. In reality, you start understanding the feeling of being in an almost dreamlike state when you walk along the silent roads, immersed in nature surrounded by green hills and the outlines of the Sibillini Mountains that almost cocoon the pathway that leads to the village. Here you will breath in clean, fresh air filled with history, art and culture that will make you want to stay and discover, walk through each alleyway, look onto the Sibillini hills from this balcony and enjoy the view that will most certainly take your breath away.

It’s true that the Marches is a region with many amazing places to visit but San Ginesio really has a very particular charm that merits it being on the “to see” list of any trip to the region. Not only is it one of the “Borghi piu Belli d’Italia” (most beautiful villages in Italy) for which its flies the orange flag, symbol of this recognition, with pride but also because it shows the excellent quality of life that we enjoy in our region.

What is there really to see in San Ginesio? If we said “everything” we could be accused of arrogance but it wouldn’t be a lie!

The magic of this village can be felt in any of the sandstone buildings that glow golden in the sunshine not to mention in the ancient palaces, towers and perfectly preserved castle walls that date back to the 14th century. Previously there were 8 gates to enter San Ginesio but today four resist fiercely the test of time: Porta Picena, Porta Offuna, Porta Ascarana and Porta Alvaneto.

Whilst you’re there, in the centre of the main square Piazza Gentili you’ll find a statue of a truly remarkable intellectual figure – it’s Alberico Gentili, founder of international law.

You may think we said very little about San Ginesio but we did that on purpose.. San Ginesio needs to be discovered at first hand, step by step!

Tags: , , ,