Babbo Natale è tornato a casa?

27 dicembre 2013 | Commenta Pensando Segnalibro

Passato il 25, finito anche lo strascico del giovedì di Santo Stefano…Babbo Natale sarà ormai definitivamente tornato a casa?
In quale casa vive poi dipende, come con cosa è tornato e indossando quali panni. Tutto dipende da quale delle leggende e tradizioni si prendono a riferimento!
Sapete, tanto per iniziare, che fino agli anni ’30 il nostro caro Babbo Natale era di verde vestito? Eh già! Poi, potere della comunicazione, dopo che la famosa azienda produttrice della coca-cola utilizzò un Babbo Natale vestito di rosso e bianco per la sua pubblicità, questo cambio di colore entrò ufficialmente nell’immaginario comune di tutto il mondo.
La storia di questo nonnino barbuto, benevolo e generoso è un intreccio di leggende e tradizioni europee che hanno portato fino a noi e nel nostro immaginario il simpatico vecchietto portatore di doni.
Tutte le versioni di Babbo Natale però, trovano la loro origine nello stesso personaggio storico: il Vescovo Nicola della città di Mira, in Turchia. Sembrerebbe che l’ecclesiastico, per diffondere la storia di Gesù nella sua terra fredda, dove spesso le persone ed in particolare i bambini non potevano uscire a causa delle basse temperature, iniziò a recarsi nelle case, con una slitta trainata da cani, portando dei doni dove c’erano dei bimbi ad aspettarlo.
Gli Irlandesi ed i tedeschi raccontano, invece che ai bambini capricciosi durante l’anno, Babbo Natale lascia le patate.
Insomma…paese che vai, Babbo Natale che trovi!
Anche per quest’anno intanto, se ne è tornato a casa, a riposarsi fino al prossimo Natale!

di Cinzia Pelagagge

Tags: , , , , , , , , ,