Facilitatore: ecco chi è!

18 novembre 2013 | Commenta Segnalibro Un pò di Why

Presentarsi come “facilitatori di processi” da oggi sarà più semplice!
Un format divertente, un tema interessante: questo in pochissimi concetti il riassunto della serata di venerdì 15 novembre che ha visto protagonista Francesco Di Bitonto e la sua prima fatica letteraria.
All’interno degli spazi della Audi Domina di Ancona si sono ritrovate insieme quasi 100 persone, attirate dalla possibilità di ricevere una risposta ad una domanda senza dubbio stimolante: e se il business fosse facile? Su due piedi viene da esclamare: sarebbe bello!
Ma non è un’utopia, è un processo di costruzione che passa attraverso un analisi di se e l’acquisizione di un metodo attraverso il quale divenire appunto facilitatore.
Per compiere questa fondamentale trasformazione è necessario per prima cosa comprendere che cosa significhi per un’azienda poter avere nelle posizioni di responsabilità professionisti in grado di gestire al meglio le situazioni, con competenze elevate, intelligenza emotiva sviluppata, capacità di cogliere i segni non verbali, di esercitare una leadership riconosciuta, di delegare al bisogno.
“Il Manuale del Facilitatore in azienda – Chi è, cosa fa, come agisce” è uno strumento che Francesco Di Bitonto mette a disposizione di chi vuole diventare una grande persona, di chi vuole prendere le proprie abilità e massimizzarle, per ottenere risultati importanti.
A creare insieme all’autore un momento di formazione ma anche di divertimento, sono stati il bravissimo Paolo Notari, mattatore della serata, e NiBa, l’artista del mimo che ha aiutato i presenti a visualizzare, nel vero senso della parola, le tematiche della serata.
Un format innovativo che ha voluto presentare Francesco Di Bitonto, mettendo al centro dapprima lui e la sua professione – ex commercialista, formatore per scelta e facilitatore per vocazione – e poi tutto l’ambito delle sue conoscenze.
Grazie alla verve di Paolo Notari e alla mimica di NiBa, si sono mostrati al pubblico alcuni comportamenti esemplificativi, dimostrando come da alcuni particolari segnali non verbali – il modo di stare seduti, la posizione delle braccia, l’atteggiamento – si possono comprendere alcune importanti sfumature della personalità.
Un percorso dialettico che ha condotto alla fine alla presentazione vera e propria de “Il Manuale del Facilitatore in azienda – Chi è, cosa fa, come agisce” e che ha mostrato in maniera leggera ma allo stesso tempo estremamente puntuale la necessità di entrare nelle relazioni interpersonali che fanno parte della vita di azienda e che debbono essere non solo conosciute ma padroneggiate per creare il giusto clima e per gettare i presupposti per l’efficienza e l’efficacia del business.

 

Tags: , , , , , , , , , ,