18 anni di Rosso Conero

5 settembre 2013 | Commenta Girotondo Segnalibro

Da venerdì 6 a domenica 8 settembre, Camerano vestirà per la 18^ volta i panni di capitale del Rosso Conero. Una festa questa che, pur celebrando come suo maggiore protagonista il vino, non manca di offrire spunti interessanti che vanno al di la del piacere degustativo.
Convivialità, allegria, proposte culinarie nuove e stimolanti, arte, apertura internazionale. Insomma, davvero un crogiolo di proposte alternative ed anche divertenti.
Per esempio, si rinnova la possibilità di “instagrammarsi” con baffi finti come l’anno scorso. Quest’anno un aggiunta: per poter avere il bastoncino con i baffi si pagherà un euro e si conquisterà cosi la possibilità di partecipare alla lotteria finale.
Organizzata dalla ProLoco di Camerano in collaborazione con le associazioni Croce Gialla di Camerano, Occhio del Gallo, Finestre Rosse e il supporto del Comune di Camerano, la Festa del Rosso Conero aprirà i battenti tutti i giorni dalle ore 18.00. Ad animare le vie del centro storico della cittadina, due mercatini artigianali ed un mercatino di prodotti tipici, oltre a diversi punti di interesse: le Scuole Sperandei, il Teatro Maratti, la Chiesa dell’Immacolata Concezione, la Chiesa di San Francesco e quella della Santa Faustina, il Palazzo Comunale ed il Monumento Carlo Maratti.
Spazio anche a mostre ed installazioni. 4 le esposizioni fotografiche, 4 le mostre di pittura ed un’installazione quella di Yarn Bombing dal titolo “L’uva de Carlo”.
Rispetto all’anno scorso, due le novità più importanti. In primo luogo la proposta di menù vegetariani e vegani in modo da offrire il giusto accompagnamento al Rosso Conero anche per chi ha scelto un regime alimentare differente, e poi lo stand Fiori degli Angeli dove si sposeranno i vini della cantina Angeli di Varano ed i rivoluzionari piatti dello chef Roberto Sebastianelli che, nel suo ristorante Fiorfrì, propone piatti tipici della tradizione marchigiana accompagnati al tocco unico dei fiori: un’esperimento di grande qualità creato dalla sinergia tra i privati e la Pro Loco, per allargare ancora di più i confini di una manifestazione già in grado di attirare grande attenzione. Lo spazio dedicato a questa iniziativa potrà anche contare su un design molto particolare, curato dallo studio di comunicazione ed eventi 169design di Camerano.
Da sottolineare infine il gemellaggio con il comune di Izano (Cremona), grazie al quale i visitatori della Festa del Rosso Conero potranno anche assaggiare specialità enogastronomiche cremonesi tipiche.

Tags: , , , , , , , ,