Una nuova Babele

29 agosto 2013 | Commenta Girotondo Segnalibro

Il belle delle nostre Marche è di essere fatte di tante piccole anime. Centri spesso di dimensioni e densità di popolazione quasi “trascurabili” che però sono in grado di sprigionare grande energia creativa ed organizzativa. E così tante sono le proposte tra manifestazioni culturali, festival, appuntamenti enogastronomici, fieri e chi più  ne ha più ne metta.
Una varietà di opportunità che credo rappresenti bene la voglia dei marchigiani di fare, di costruire, di essere attivi. Un esempio può di certo essere il Babele Festival di Montecosaro Scalo, un paese di piccole dimensioni che però ha saputo creare qualcosa di importante che negli anni continua a dare soddisfazione agli organizzatori e ad essere un motivo di visita.
Musica, cucina, cinema e dibattiti saranno i cardini portanti dell’edizione 2013 che proporrà tanti appuntamenti nei giorni 29, 30 e 31 agosto negli impianti sportivi di via Rossini.
Ma che cosa è Babele Festival? Solitamente dire “è una Babele” significa riferirsi a qualcosa di confusionario, riportando alla memoria quanto contenuto nella Bibbia. Questo festival cerca proprio di dare un senso alla confusione quotidiana, provando a dare qualche risposta attraverso le parole di musicisti, videomaker, sociologi, politici, scrittori e poeti. Insomma, questo festival vuole essere un contenitore, una scatola quasi magica in grado di proporre tanti temi e declinarli in modi differenti tra loro, che poggiano sulla voglia di dare visioni diverse che nascano dall’arte, dall’incontro, dal dibattito.
Ogni serata avrà avvio alle 20, quando si animeranno cucine, dj set, concerti, mostre e stand.
Una bella alternativa per scoprire una cultura leggera e quotidiana, che si spoglia di ogni aulicità e che entra nel quotidiano.
Tra i personaggi presenti, interessante ci sembra sottolineare la presenza di Paolo Barnard, giornalista e co-fondatore di Report, che con parole semplici ed estremamente comprensibili proverà a proporre la sua teoria per uscire dalla profonda crisi che stiamo attraversando: con lui l’appuntamento sarà il 31 agosto alle 20.50.
Un modo anche per divertirsi e per vivere l’anima di uno dei nostri paesi, molto più ricchi di alternative di quanto spesso non crediamo!

 

Tags: , , , , , , , ,