Un infinito…godereccio

25 aprile 2013 | Commenta Girotondo Segnalibro

Recanti. Leopardi. L’infinito. Una concatenazione ovvia e meravigliosa. Un bellissimo borgo, con le vie strette del suo centro storico, il suo Teatro ricco di proposte interessanti e da ammirare da un punto di vista architettonico e il suo panorama meravigliosa. Appunto, quello offerto dal Colle dell’Infinito, cantato in una delle sue più celebri composizioni da Giacomo Leopardi. Volto e simbolo di questa città e di tutta la letteratura italiana.
Ma Recanati e i territorio circostanti non sono solo Leopardi e le sue poesie. Sono tantissime altre eccellenze, due su tutte: prodotti tipici e vino.
L’Infinito Wine Festival coniuga perfettamente tutto quanto fin qui detto su Recanati e si offre come una proposta interessante, divertente e rilassante per godersi il fine settimana post 25 aprile. Il 27 e 28 aprile infatti, Recanti aprirà le sue porte a tutti gli esperti ed amanti del mondo del vino e del buon cibo, quello tipicamente marchigiano. Il 29 aprile, un’appendice dedicata però solo agli addetti ai lavori.
Direttore Artistico del Festival, che metterà anche i panni del relatore e del conduttore sarà Carlo Cambi, voce ed anima di questo appuntamento che si snoderà tra convegni, degustazioni e cooking show.
I veri esperti non potranno mancare alle quattro degustazioni verticali – studio e comparazione di uno stesso vino dello stesso produttore, ma appartenente ad annate diverse - proposte nei due giorni del wine festival:  ”il Pollenza” della cantina Il Pollenza, il “Mirum 20″ della cantina La Monacesca (entrambi sabato), il “Pelago” della cantina Umani Ronchi e il “Dorico” della cantina Moroder.
Sabato a cena e domenica a pranzo si potranno invece gustare menù tipicamente marchigiani a scelta tra quelli proposti dai ristoranti di Recanti che hanno deciso di aderire alla manifestazione: Ristorante Osteria Leopardi, da Emilio, La Ginestra, Gallery, La Torre Antica, Borgo Antico, La bottega del villaggio.

Tags: , , , , , ,