Primarie virtuose

7 gennaio 2013 | Commenta Pensando Segnalibro

Non ce ne voglia il mondo politico. Queste sono ore delicate ed importanti. Lo sappiamo. E saranno mesi delicati ed importanti. Quelli che ci porteranno a scegliere chi sarà a governare il nostro Paese dopo i “tecnici”.
Già si inizio a sentire i primi proclami: se voti tizio, avrai meno tasse; se voti caglio avrai più sicurezza. Ripeto, non ce ne vogliano, ma troppo spesso le promesse elettorali sono state disattese.
E allora, ci si distrae facilmente e piacevolmente quando si sente parlare di “primarie della cultura”. L’idea è stata lanciata dal Fai – Fondo Ambientale Italiano – che da oggi e fino al 28 gennaio attraverso il sito www.primariedellacultura.it offre a tutti i cittadini la possibilità di suggerire le priorità da portare avanti nel corso della prossima legislatura nell’ambito della cultura, del paesaggio e dell’ambiente.
Una volta scaduto il termine e visionate tutti i dati, questi ultimi verranno infatti annunciati ufficialmente e presentati ai partiti, alle liste e ai candidati delle prossime elezioni politiche, che potranno impegnarsi pubblicamente a sostenerli in caso di vittoria.
Si potranno indicare fino a tre preferenze, scegliendo tra i 15 temi selezionati, espressi in maniera chiara e breve…tanto per evitare giri di parole e confusioni varie ed eventuali!
Ci sembra veramente un’ottima iniziativa. Perché la cultura in ogni sua essenza è una marca distintiva dell’Italia; ma troppo spesso viene dimenticata o lasciata da parte. E se un cambiamento sembra necessario, di certo ripartire dalla conservazione, valorizzazione e salvaguardia dei beni ambientali ed artistici è un buon auspicio!

Tags: , , , , , , ,