Un libro a Natale

17 dicembre 2012 | Commenta Segnalibro Un pò di Why

Terra di santi, navigatori e poeti. Lo è l’Italia e lo sono un po’ tutte le sue regioni, attraversate da uno spirito creativo e da un’impronta letteraria assolutamente riconoscibile e fulgida.
E anche le nostre Marche hanno i loro talenti, più o meno conosciuti. Noi vogliamo oggi presentarvene tre, chissà magari le loro fatiche letterarie potrebbero diventare oggetto di un vostro pacchetto natalizio.
Iniziamo dalle sorelle Rossi: due anconetane con la passione per la scrittura e tanta voglia di coinvolgere i lettori e portarli nel mondo dei loro romanzi.
Elisabetta Rossi definisce il suo rapporto con le parole scritte una necessità di vita; amore iniziato con una collaborazione con una rivista femminile a tiratura nazionale dal 2004 al 2008: 35 racconti e 5 romanzi brevi.
Nel settembre del 2008 poi l’Armando Curcio Editore pubblica il suo primo romanzo con lo pseudonimo di Gioia Hooper, seguito poi da due romanzi rosa e quattro gialli, l’ultimo uscito alle stampe a giugno del 2012.
Attualmente Elisabetta ha abbracciato il mondo dell’editoria digitale, con e-book auto pubblicati ma sempre in mente lo stesso sogno: inchiodare il lettore alle sue storie. I suoi titoli? Cronaca di un omicidio, Il complice, Fantasie nascoste, Corpi, Un fiore in un libro, Il diario dei sensi, Rime mortali, Sinfonia di piaceri, In vino veritas, Due giorni perfetti, Nove inchieste, Cuore violato, E…state in rosa #1, E…state in rosa #2, Cronaca di un omicidio #2, Il palio della morte, Punizione mortale, Una persona speciale.

Anna Rita Rossi esordisce con il libro per ragazzi Cammerville, serie di racconti a sfondo musicale e il saggio P. Pierbattista da Falconara O.F.M. un sacerdote musicista. Attualmente lavora presso un’azienda di grafica pubblicitaria e si è orientata verso il mondo dell’editoria digitale autopubblicando cinque ebook: Gonzalo e la città misteriosa, Il teatro stregato, Il pianoforte scomparso, La danza maledetta e Filastrocche bislacche. Quattro sono libri per bambini, mentre La danza maledetta è un racconto.

Infine, ma non per importanza, Paolo Sassaroli. Dello scrittore senigalliese vi segnaliamo due titoli, entrambi editi da Rupemutevole: Delirio – favola di uno qualsiasi e L’idea perversa. Due racconti brevi ma estremamente intensi e ricchi di emozioni, le stesse che Paolo vive nello scrivere che lui stesso definisce una delle sue gioie più grandi in grado di farlo interagire con la sua anima.

 

Tags: , , , , , , , ,