La mela in pietra

13 settembre 2012 | Commenta Comunicati

La festa dell’uva di Cerreto d’Esi, storica rievocazione delle tradizioni rurali cerretesi, sarà lo scenario per la presentazione del libro “La mela in pietra di Cerreto d’Esi” che si terrà sabato 15 settembre alle ore 10,30 presso il centro parrocchiale.
La pubblicazione aggiunge un importante tassello al percorso di recupero e valorizzazione delle varietà frutticole locali, intrapreso dal Comune di Cerreto d’Esi a partire dal 2006 in collaborazione con la Facoltà di Agraria dell’Università Politecnica delle Marche, e che ha portato all’iscrizione di quattro tipi di frutta nel repertorio regionale delle risorse genetiche vegetali.
“Mela in pietra”, “mela carella”, susine “brignoncelle” e visciole sono i principali protagonisti del progetto portato avanti dall’Amministrazione comunale dettagliato nel libro che verrà presentato in anteprima in occasione della 74° edizione della festa dell’uva, organizzata da Comune e Pro loco allo scopo di promuovere il territorio cerretese e le sue ricchezze enogastronomiche. Ma il testo non parla solo di frutti recuperati ma anche delle altre risorse che offre il comprensorio di Cerreto d’Esi a partire da quelle ambientali fino a quelle artistiche per offrire, infine, un progetto di agricoltura sostenibile che si basi sulla tradizione rurale locale.
La presentazione del libro, che si terrà sabato 15 settembre alle ore 10,30 presso i locali del centro parrocchiale (via Gramsci 15, Cerreto d’Esi) prevede il saluto del sindaco dott. David Alessandroni e la partecipazione degli autori che sono stati coordinati dall’enologo Riccardo Pellegrini nella sua realizzazione. Interverranno la prof. Marina Allegrezza (professore di Botanica dell’Università Politecnica delle Marche), il prof. Angelo Antonelli (storico dell’arte), il dott. Marino Mentoni (geologo) e il prof. Davide Neri (professore di Arboricoltura dell’Università Politecnica delle Marche).

Tags: , , , ,