Alogastronomia…e cos’è?

29 agosto 2012 | Commenta Girotondo Segnalibro

L’ignoranza fa parte della vita. E se è uno spunto per stimolare la nostra curiosità e farci colmare le nostre lacune, è quasi qualcosa di positivo!
Ammetto personalmente che la prima volta che ho sentito il termine “alogastronomia” la mia esclamazione è stata proprio questa: “e che cos’è?”. Magari in molti di voi lo sapranno già, ma per chi come me fin’ora ha ignorato. Questo termine è stato appositamente coniato per indicare l’abbinamento tra birra artigianale, cibo di qualità e territorio. E ad Apecchio nasce quest’anno il Primo Festival Nazionale dell’Alogastronomia.
L’ 1 e il 2 settembre infatti la Città della birra artigianale ospiterà degustazioni, convegni e approfondimenti sula birra di qualità e sulle opportunità economiche per il turismo e l’agricoltura; un evento fortemente voluto dall’ Associazione Apecchio Città della Birra, in collaborazione con la Regione Marche, la Provincia di Pesaro e Urbino, la Comunità Montana Catria e Nerone, il Comune di Apecchio, l’Assam, Banca delle Marche e i birrifici Amarcord e Collesi.
Un evento che già da questa prima edizione dimostra di avere degli obiettivi bel precisi, che non andranno ad esaurirsi in questi due giorni di settembre. Al contrario si ripeterà per tre anni consecutivi promuovendo il concetto di birra come prodotto agricolo.  Questo percorso si snoderà in una serie di iniziative che verranno portate avanti ad Apecchio durante tutto l’anno e che culminerà nel 2013 con un’edizione basata su internazionalizzazione e E-commerce, e che vedrà nel 2014 la nascita di un vero e proprio percorso itinerante “alogastronomico” in Italia.

Il tutto per proporsi come evento leader in Italia per il mondo della birra artigianale. Un obiettivo certo importante, ma che sembra non impossibile da raggiungere se si pensa che già da questo primo anno l’Associazione Apecchio Città della Birra, è riuscita a riunire trenta soggetti tra enti, associazioni, aziende, partner tecnici e istituzionali. Inoltre è stato condiviso il progetto, già in corso d’opera, di realizzare un Consorzio che aggreghi  tutti e 16 i produttori di birra artigianale marchigiani e di aderire ad un disciplinare di filiera a garanzia dell’origine delle materie prime.
Vero fiore all’occhiello della manifestazione, l’Aloteca delle Marche: una sala appositamente allestita all’interno del Palazzo Ubaldini di Apecchio con esposte tutte le etichette prodotte in regione dai birrifici marchigiani. Un progetto curato da Emanuele Anselmi della società di comunicazione PressCom, con un allestimento che dopo il festival verrà riproposto in forma itinerante a livello nazionale; la prima vetrina omnicomprensiva dell’eccellenza birricola regionale realizzata con il contributo di tutti i sedici birrifici presenti sul territorio.
Per sapere i dettagli del programma, cliccate qui.

 

 

 

 

Tags: , , , , , , ,