Il polittico restaurato

23 maggio 2012 | Commenta Comunicati

E’ giunto al termine, dopo oltre un anno, il complesso restauro del monumentale Polittico di San Domenico, una delle opere più significative di Lorenzo Lotto, tornato all’originario splendore grazie al lavoro condotto dai laboratori COO.BE.C. di Spoleto e reso possibile da un importante finanziamento di Enel. Il restauro rientra tra le attività promosse dal progetto territoriale Terre di Lotto (sostenuto anche dalla Regione Marche) che ha seguito la grande retrospettiva Lorenzo Lotto curata da Giovanni C.F. Villa alle Scuderie del Quirinale (2 marzo-12 giugno 2011). Il rientro dell’opera a Recanati presso il Museo Civico Villa Colloredo Mels – che conserva stabilmente la pala insieme ad altri capolavori di Lotto, tra cui la celeberrima Annunciazione, l’imponente Trasfigurazione e quel piccolo cameo che è il San Giacomo pellegrino – rappresenta un’occasione imperdibile per ammirare dal vivo i risultati di questo straordinario intervento di recupero e per scoprire dettagli e particolari completamente oscurati dal passare del tempo, che rivelano, ancora una volta, la grande qualità pittorica dell’artista.
“Il ritorno a Recanati rappresenta un evento di grande rilievo per la città e per le Marche intere – ha commenta l’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini – Costituisce un esempio da seguire, una strada da percorrere, specie in una fase di crisi come l’attuale, dove la cultura può rappresentare una delle fonti di soluzione dei problemi. Dobbiamo ricercare, sempre più, investimenti che qualifichino il patrimonio culturale e recuperino capolavori che rischiano di andare perduti. In questo maniera si eleva il senso civico della comunità e si trasforma un investimento in un volano di sviluppo economico legato alla fruizione dei beni culturali”.
I lavori di restauro del Polittico, iniziati oltre un anno fa, a seguito di un’accurata campagna di analisi scientifiche e indagini diagnostiche, finanziata dalla Regione Marche, che ha rivelato il grave stato conservativo in cui versava l’opera, sono proseguiti in un cantiere di restauro dal vivo allestito nel percorso espositivo della grande mostra alle Scuderie del Quirinale. Per l’occasione una parte dell’opera (la cimasa e la tavola con i santi Lucia e Vincenzo Ferrer) è stata restaurata “dal vivo”, per l’intera durata della mostra, in un cantiere aperto allestito alla fine del percorso espositivo, con il prezioso contributo di Enel. Il pubblico ha potuto così seguire in diretta i lavori di restauro attraverso postazioni multimediali interattive, interviste, video, schede tecniche, approfondimenti e immagini, che hanno reso il lavoro scientifico alla portata di tutti. Al termine della mostra, l’intera opera è stata ricoverata nel laboratorio di Spoleto, dove è proseguito l’intervento sulle restanti tavole che compongono l’opera: l’operazione ha dato risultati incredibili soprattutto sotto l’aspetto cromatico, rivelando l’utilizzo di una gamma di colori straordinariamente ampia, il sapiente accostamento di tinte contrastanti in grado di creare un forte impatto emotivo e un’eccezionale cura dei dettagli.
Con il restauro e il rientro del Polittico di San Domenico si completa un altro importante tassello di Terre di Lotto, il progetto biennale di promozione culturale e valorizzazione territoriale, che vede uniti il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, le Scuderie del Quirinale, il partner istituzionale Regione Marche, la società ComunicaMente e alcuni grandi protagonisti del finanziamento delle attività culturali del Paese – in primis Enel – per proporre un nuovo modo di tutela attiva dei capolavori di un artista, che non si esaurisca il giorno di chiusura della mostra, ma possa proseguire nei luoghi che ospitano in maniera permanente le opere, dando concretezza duratura agli investimenti e creando un “volano” per la valorizzazione dei territori attraverso l’attrazione di risorse.
A conclusione della grande mostra alle Scuderie del Quirinale, Terre di Lotto ha attivato numerose iniziative sui territori coinvolti registrando un’affluenza di pubblico, tra fisico (agli eventi) e virtuale sul web, superiore a quello della mostra romana. In particolare, nell’estate 2011 sono stati realizzati numerosi interventi sul territorio marchigiano grazie ai quali si sono avute significative e positive ricadute in termini di turismo culturale: uno tra tutti l’esempio di Jesi (An) dove è stato riscontrato un incremento di visitatori del 15% rispetto all’anno precedente con numeri importanti anche sulla Pinacoteca dove sono custoditi alcuni dei principali capolavori di Lorenzo Lotto.
Oltre ai restauri condotti non solo sul Polittico di Recanati, Terre di Lotto ha illuminato tutte le opere del maestro veneziano conservate nelle chiese tramite una sperimentale illuminazione a LED realizzata appositamente per il progetto, e basate sulle recenti scoperte nel campo delle neuroscienze, da Targetti Sankey . In particolare tra l’estate e l’autunno 2011 sono state illuminate, nelle Marche, le monumentali pale d’altare di Cingoli (MC), Ancona, Recanati (MC), Mogliano (MC) e Monte San Giusto (MC). Per accompagnare il visitatore alla scoperta dei luoghi sono stati predisposti dei veri e propri itinerari culturali lotteschi, promossi da Terre di Lotto e realizzati in collaborazione con il FAI – Fondo Ambiente Italiano, il Gambero Rosso e i tour operator locali, che prevedono una ricca proposta di hotel di charme, relais, ristoranti tipici e botteghe artigianali tutte da scoprire. A integrazione degli itinerari è stata prodotta una pubblicazione specifica, dal titolo Alla Scoperta di Lotto – Itinerary Guide, Le Marche che offre uno strumento in più per scoprire l’arte e le eccellenze del territorio. La pubblicazione è gratuita e disponibile nei principali punti di accoglienza turistica delle località che aderiscono al progetto e nelle strutture che ospitano le iniziative su Lorenzo Lotto oppure scaricabile in formato pdf dal sito internet di Terre di Lotto.
Il calendario delle iniziative celebrative dedicate al ritorno del Polittico sarà disponibile, insieme a contributi video, foto dei restauri, itinerari lotteschi tra Marche, Lombardia e Veneto, curiosità e news, sul sito www.lorenzolotto.info e sulla pagina Facebook www.facebook.com/terredilotto

Informazioni per la Stampa:
ComunicaMente
Anna Delia | 051.6449699 e 346.4799651 | stampa@comunicamente.it
Giulia Fortunato | 328.4968057 | gf@comunicamente.it

Regione Marche
Marta Paraventi | 071-8062316 | 335-6219458 | marta.paraventi@regione.marche.it

Tags: , , , , , , ,