Un aiuto concreto

11 maggio 2012 | Commenta Segnalibro Un pò di Why

Vi siete mai chiesti perché spesso associamo il concetto di beneficenza a qualcosa di molto lontano da noi?
Si dona per l’Africa, lo si fa per questo o quell’ospedale, per la ricerca contro malattie a tutt’oggi incurabili, per aiutare la ricostruzione dopo qualche calamità naturale. Tutti nobilissimi scopi ci mancherebbe.
Però, è questo è un puro e semplice pare di chi scrive, come sempre si tende ad allontanare in ogni modo ciò che ci fa paura. Quindi preferiamo guardare a problemi il più lontani possibile da noi, sentendoci in questo modo allo stesso tempo benefattori e al sicuro.
A volte però, può aver bisogno di noi proprio chi ci sta più vicino. Magari quello che abita dall’altra parte della via e ha perso il lavoro e non riesce a ricollocarsi. O quella famiglia del nostro paese che prima di questa crisi per molti davvero dura, era una famiglia normale e ora tira difficilmente ad arrivare a fine mese.
E’ in casi come questi che un aiuto concreto e immediato può essere più utile e in un certo senso più auspicabile, che non una donazione che in alcuni casi magari non arriverà neanche a destinazione.
In nome di una solidarietà “da territorio a territorio” se così possiamo dire, si è pronunciato proprio in questi giorni anche l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Fermo. In base alla nuova Legge Finanziaria del 2012 infatti, è possibile destinare una quota del 5 per mille dell’IRPEF al finanziamento delle attività sociali svolte dai Comuni.
In questo modo il Comune di Fermo potrebbe dotarsi di un “serbatoio” dal quale attingere per sviluppare gli interventi di sostegno economico a favore delle famiglie a basso reddito del territorio.
Decidere di devolvere il 5 per mille in favore del Comune quindi, aiuterebbe ad aumentare l’impegno dei servizi pubblici nell’alleviare situazioni di disagio che purtroppo sempre di più riducono famiglie pericolosamente  vicino alla soglia di povertà.
Ma questa scelta non è ovviamente possibile solo per i residenti nel Comune di Fermo. Infatti in allegato a tutti i modelli per la dichiarazione dei redditi, è previsto un apposito modulo dove è sufficiente apporre la propria firma all’interno del riquadro “Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza”.
Scegliere a chi devolvere il 5 per mille è una scelta del tutto libera e ogni donazione ha la sua ragione di esistere e la sua nobiltà d’intenti. Tuttavia, avere la possibilità di impegnarsi nel proprio contesto sociale per migliorare le cose, sembra una scelta di coscienza civica assolutamente sottoscrivibile.

Tags: , , , , , , , , , ,