Una città di libri

17 aprile 2012 | Commenta Girotondo Segnalibro

Avere una cultura è importante. Ma ancora di più lo è essere innamorati della cultura stessa. Perché non ci si deve sentire in obbligo di essere informati, di sapere o di conoscere. Non si devono immagazzinare nozioni in memoria o nomi da citare o frasi ad effetto che restituiscano agli altri un’immagine di individuo erudito che poi è però vuota. Il bello della cultura, a tutto tondo e in tutte le sue svariate e variopinte forme, sta nel piacere di godere di momenti che innalzino la propria anima, la propria interiorità, la propria mente.
E un’occasione per vivere questa emozione legata alla cultura, ve la offre “Una città di libri”, la rassegna di incontri culturali ad Ancona con grandi intellettuali italiani, organizzata dal Comune di Ancona con il Patrocinio di enti importanti nel territorio: la Biblioteca comunale “Benincasa”, Biblioteche Aperte, AIB Marche e la Provincia di Ancona. Reso possibile anche dalla collaborazione con Nie Wiem e Quattrocentrometriquadri Gallery, “Una città di libri” propone per il penultimo appuntamento della rassegna, martedì 17 aprile alle ore 21.15 ancora presso la Galleria Quattrocentometriquadri, l’incontro con  Enzo Golino.
Golino, uno dei più importanti giornalisti culturali italiani, critico letterario e saggista,  presenterà i suoi “Dentro la letteratura” e “Parola di duce”, precedentemente introdotto dal curatore del progetto Valerio Cuccaroni.

Chi è Enzo Golino?
Nato a Napoli nel 1932, Enzo Golino è uno dei più importanti giornalisti culturali italiani, critico teatrale, letterario e saggista. Ha lavorato in Rai dal 1962 al 1975, come responsabile di settore, nell’ambito dei programmi televisivi di spettacolo e di cultura. Successivamente, è stato responsabile delle pagine culturali dei quotidiani “la Repubblica” (dalla fondazione) e “Corriere della sera”, e del settimanale “L’Espresso”. Ha collaborato, tra gli altri, a “Il Mondo” di Mario Pannunzio, “Tempo Presente” di Nicola Chiaromonte e Ignazio Silone e, attualmente, collabora a “Nuovi Argomenti”, “La Rivista dei Libri”, “Alias / Il manifesto”. Tiene una rubrica quindicinale su “L’Espresso” e scrive per “la Repubblica”. Ha pubblicato numerosi libri, tra cui Cultura e mutamento sociale (Edizioni di Comunità, 1969), Letteratura e classi sociali (Laterza, 1976), Pasolini. Il sogno di una cosa (il Mulino, 1985, Bompiani 1992 e 2005), Tra lucciole e Palazzo. Il mito Pasolini dentro la realtà (Sellerio, 1995), Sottotiro. 48 stroncature (Manni, 2002), Parola di Duce. Il linguaggio totalitario del fascismo e del nazismo (Rizzoli, 1994 e 2010), Madame Storia & Lady Scrittura. Saggi Cronache Interviste (Le Lettere, 2011) e Dentro la letteratura (Bompiani, 2011), un libro di interviste condotte dal 1972 al 1974 con Giorgio Bassani, Lalla Romano, Lucio Mastronardi, Domenico Rea sulla scuola; Alberto Moravia, Luigi Malerba, Raffaele La Capria, Attilio Bertolucci sulla natura; Carlo Bernari, Romano Bilenchi, Vasco Pratolini, Ottiero Ottieri, Paolo Volponi, Nanni Balestrini sul lavoro operaio; Pier Paolo Pasolini, Tullio De Mauro, Carlo Cassola, Ignazio Buttitta, Umberto Eco sulla lingua e il dialetto; Franco Fortini, Arrigo Benedetti, Alberto Moravia sulla storia.

Tags: , , , , , ,