Intruders: un viaggio attraverso le Marche abbandonate

12 luglio 2011 | Commenta Girotondo

IntrudersCunicoli, passaggi “segreti”, scale a chiocciola e giù fin dentro le segrete della Rocca Roveresca a Senigallia. Allestimento e ambientazione perfetta per “Intruders. Urban Explorers” del fotografo Luca Blast Forlani in mostra fino al 4 settembre 2011. Un viaggio attraverso circa 200 siti della Regione Marche abbandonati, esplorati e fotografati Luca Blast Forlani negli ultimi 10 anni.

L’obiettivo fotografico di Luca ci conduce attraverso spazi che trasudano di vita, luoghi che nonostante il trascorrere del tempo hanno mantenuto la propria identità, come dimostrano gli straordinari zoom su oggetti che raccontano di storie passate: un libro aperto, una carrozzina per disabili, un rettile in un barattolo.

Ospedali e sanatori, parchi acquatici, cartiere, orfanotrofi, ville, cinema, colonie, campi di concentramento. Un percorso che suscita sentimenti contrastanti: a volte orrore, altre volte il senso della bellezza abbandonata o la desolazione di un paesaggio deturpato dal cemento. Intruders Manifesto

Gli “intruders”, una banda di esploratori urbani, nasce quasi per gioco come racconta Luca nella prefazione del catalogo della mostra edito da Franco Cosimo Panini Editori: “Tutto è iniziato negli anni ‘90 con mio padre fotografo, andando a visitare gli edifici pericolanti della frana di Posatora, quartiere alla periferia di Ancona. E sempre con lui sono andato altre volte. Ho continuato poi da solo a esplorare luoghi abbandonati e costruzioni incompiute, come fabbriche o edifici di nuova costruzione, per andarci a dipingere. Un po’ alla volta mi è venuto spontaneo cercarne di nuovi, non per dipingere ma semplicemente per vederli, da solo o in compagnia. A poco a poco alcuni amici si sono appassionati a queste esplorazioni ed è diventata una ricerca fatta insieme.”

INTRUDERS. URBAN EXPLORERS è un progetto ampio che comprende, oltre alla mostra, un libro edito da Franco Cosimo Panini Editore, una video istallazione di Matteo Giacchella e Gastone Clementi ed è patrocinato da MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Provincia di Ancona e Comune di Senigallia, organizzato e prodotto da MAC Manifestazioni Artistiche Contemporanee, realizzato in collaborazione con Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle Marche e Franco Cosimo Panini Editore.

 

info: www.maconline.it